Frank Lloyd Wright – Architetto Statunitense (1867-1959)


Frank Lincoln Wright, uno dei più grandi architetti del XX secolo, nasce a Richland Center (Wisconsin) l’8 giugno 1867. Assieme a Le Corbusier, Walter Gropius, Ludwig Mies van der Rohe e Alvar Aalto è considerato uno dei maestri del Movimento Moderno in architettura. La sua figura è ricordata anche per il suo temperamento incline alle sfide e alla scoperta di nuovi orizzonti culturali ed artistici.

Nel 1887, dopo aver studiato ingegneria per due anni all’università del Wisconsin, si trasferì a Chicago dove iniziò la collaborazione con lo studio di J. L. Silsbee per poi entrare a far parte di quello di Adler & Sullivan.

Wright si formò come allievo di Louis Sullivan, maestro che lo plasmò culturalmente, fino ad infondergli quella passione per lo sperimentalismo e la ricerca di nuove soluzioni che sarà una costante della sua vita. In particolare farà apprezzare al giovane Wright il valore degli spazi interni, spronandolo a ricercare filosofie differenti. Con lui, collabora per la realizzazione dell’Auditorium di Chicago.


Nelle sue opere l’accento è posto alla ricerca della semplicità e alla volontà di trovare l’ispirazione attraverso i motivi e i materiali della natura. Questa sua concezione delle linee architettoniche e degli spazi prenderà il nome, di Architettura Organica: intesa come una “filosofia di costruzione” che intende sviluppare le sue opere come un organismo, senza schemi geometrici preordinati, rappresenta l’architettura ideale per l’uomo, tagliata su misura per lui, nata intorno a lui e cresciuta con lui come se fosse il suo corpo.

Frank Lloyd Wright, durante il suo operato, si è posto come riferimento assoluto per tutto il movimento.

Casa sulla cascata (Fallingwater), 1935, F. L. Wright
Casa sulla cascata (Fallingwater), 1935, F. L. Wright

Sorgente immagine: skparrott.wordpress.com

Quali sono le principali opere di Frank Lloyd Wright?

Nella sua lunghissima carriera, durata più di 70 anni, Frank Lloyd Wright disegnerà oltre un migliaio di progetti tra case, uffici, chiese, scuole, biblioteche, ponti, musei e altro ancora. Progetta anche arredi, tessuti, lampade, oggetti per la tavola, argenti, tele e arti grafiche. È inoltre uno scrittore prolifico, un educatore ed un filosofo.

Wright è considerato dalla maggior parte degli esponenti autorevoli del settore come il più grande architetto del XX secolo.

Tra i suoi principali progetti architettonici ricordiamo:

  • Casa Winslow, sobborgo di Chicago (1893);
  • Unity Temple, Chicago, Stati Uniti, (1906-1907);
  • Casa Robie, Chicago (1908);
  • Midway Gardens, Chicago (1913-1914);
  • Imperial Hotel, Tokyo, Giappone, (1916-1922);
  • Casa Ennis, Los Angeles, Stati Uniti, (1920-1924);
  • Casa Kaufmann, Pittsburg (1932-1936);
  • Laboratori Johnson Wax, Racine (1936-1939);
  • Guggenheim Museum (1949-1959).

Riferimenti testo: biografieonline.it, it.wikipedia.orgwww.treccani.it

Guggenheim Museum, 1959, F. L. Wright
Guggenheim Museum, 1959, F. L. Wright

Sorgente immagine: www.boomsbeat.com

Per ulteriori riferimenti visitare: www.jbdesign.it/idesignpro

2 thoughts on “Frank Lloyd Wright – Architetto Statunitense (1867-1959)”

Leave a Reply