Lampada Tizio – 1972

Una scultura contemporanea che nasconde nell’’apparente semplicità della forma una combinazione di innovazione tecnica ed ingegno
Creata dal tedesco Richard Sapper nel 1970 e prodotta da Artemide in milioni di esemplari ad oggi, la lampada Tizio racchiude un progetto semplice solo in apparenza.

Riferimento testo: http://www.arte.rai.it

In che anno venne prodotta?

1972


Riferimento testo: http://catalogo.living.corriere.it

Tizio
Sapper, Tizio (1972)

Riferimento immagine: http://richardsapperdesign.com

Come è composta la lampada Tizio?

E’ composta da circa un centinaio di singole parti unite tra loro senza alcuna vite ma semplicemente a pressione, per far sì che, in caso di caduta, le parti si possano staccare e possano essere riassemblate con facilità. Il trasformatore diventa la base e alimenta una lampadina alogena attraverso le bacchette e i bottoni che, oltre ad avere una funzione strutturale, sono conduttori di corrente.

Riferimento testo: http://www.arte.rai.it

Schizzi lampada Tizio
Schizzi lampada Tizio

Riferimento immagine: http://richardsapperdesign.com

Cosa rende speciale Tizio?

L’innovativo sistema dei contrappesi che regolano l’inclinazione ne fa un oggetto hi-tech ante litteram e rappresenta uno dei punti di forza del progetto di Sapper, il quale cercava di realizzare “una lampada da disegno che avesse un ampio raggio di movimento e che, nonostante questa caratteristica, fosse poco ingombrante”.

Riferimento testo: http://www.arte.rai.it

Lampada Tizio versione bianca e nera
Lampada Tizio versione bianca e nera

Riferimento immagine: http://catalogo.living.corriere.it

Con quali materiali è stata realizzata la lampada?

Policarbonato verniciato, mentre per la versione Tizio bianca il materiale usato è il metallo verniciato.

Riferimento testo: http://catalogo.living.corriere.it

Misure
Misure

Riferimento immagine: http://www.lightingdeluxe.com

Per ulteriori riferimenti visitare: http://www.jbdesign.it/idesignpro

One thought on “Lampada Tizio – 1972”

Leave a Reply