Stile Carolingio ( VII Secolo )

Il Rinascimento carolingio è stato il movimento artistico che ha caratterizzato l’Impero Franco negli anni dominati da Carlo Magno. La maggior parte delle opere carolinge fu creata in Europa centrale. L’arte fu prodotta per l’imperatore e i suoi eredi dalla corte, e per la corte.

Placca con la Vergine Maria come personificazione della Chiesa in Stile Carolingio
Placca con la Vergine Maria come personificazione della Chiesa, periodo carolingio, 800-825 ca. carolingio
Fonte immagine: https://www.metmuseum.org/art/collection/search/464454?searchField=All&sortBy=Relevance&ft=Plaque+with+the+Virgin+Mary&offset=0&rpp=20&pos=1

Chi erano i Re Carolingi?

Scultura raffigurante Carlo Magno
Il regno di Carlo Magno 
Fonte immagine: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Aachen_Domschatz_Bueste1.jpg

La Dinastia Carolingia fu la seconda Dinastia Franca fondata da Carlo Martello. L’Impero Carolingio consolidò il suo potere nell’VIII secolo e si estese su una vasta area che comprendeva la Germania occidentale, la Gallia, il massiccio alpino e l’Italia settentrionale. I Carolingi furono fortemente influenzati da Bisanzio. Papa Stefano II legittimò l’impero carolingio sostenendo il rovesciamento dei Merovingi. La dinastia carolingia raggiunse il suo apice nell’800, dopo l’incoronazione di Carlo Magno. Egli divenne il primo “Imperatore dei Romani” dell’Impero Romano d’Occidente dopo oltre tre secoli. Nell’814, l’Impero Carolingio iniziò a scindersi, questo portò alla nascita del Sacro Romano Impero e del Regno di Francia.

Arte Carolingia

San Marco dai Vangeli di Ebbone in Stile Carolingio
San Marco dai Vangeli di Ebbone 
Fonte immagine: https://en.wikipedia.org/wiki/Carolingian_art

L’Arte Carolingia è nota anche come Rinascimento Carolingio e prodotta dalla cerchia della corte e da un piccolo gruppo di importanti monasteri. Questa cerchia mostra la raffinatezza del design e un miglioramento della qualità della manodopera. L’arte fu realizzata in diversi luoghi, come la Francia, l’Austria, la Germania e l’Italia settentrionale. Il Rinascimento Carolingio testimonia la fioritura della cultura dopo le invasioni barbariche.

Quella carolingia è un’arte che rivive ed emula gli stili e le forme dell’arte classica mediterranea. Gli elementi classici e nordici rappresentano le figure umane e gettano le basi per l’ascesa del Romanico e del Gotico. Nel X secolo, con la Riforma di Cluny (Riforma cluniacense), la produzione artistica riprende. Nuovi stili “Preromanici” si sviluppano in Germania con “l’arte Ottoniana” e in Inghilterra con l’arte anglosassone.

Manoscritti miniati e opere in metallo

Copertina di un libro in avorio
Lorsch Gospels. Copertina di un libro in avorio. Scene imperiali tardoantiche adattate a un tema cristiano. 
Fonte immagine: https://en.wikipedia.org/wiki/Carolingian_art

La maggior parte delle opere sopravvissute appartenenti alla Dinastia Carolingia sono manoscritti miniati. Questi contenevano un piccolo numero di miniature a pagina intera, tra cui ritratti di evangelisti e sontuose tavole di canoni (canoni o tavole eusebiane). I manoscritti di pregio erano decorati con la rilegatura ingioiellata: una sorta di copertina ornata in metallo prezioso con gioielli incastonati intorno a pannelli d’avorio. Alcuni dei manoscritti più magnificenti erano scritti su splendida pergamena color porpora.

Il “Cronografo del 354” era un manoscritto tardo-romano che fu copiato durante il periodo carolingio; alcuni storici pensavano che questa copia fosse andata perduta nel XVII secolo. Uno degli esempi più importanti di oreficeria carolingia è la copertina superiore dei Vangeli di Lindau. La preziosa copertina del “Codex Aureus of St. Emmeram” può essere datata all’anno 870 e associata al “Sacro Imperatore Romano Carlo II”. Un altro esempio di oreficeria carolingia è l’Altare di S. Ambrogio (824-859). L’altare è composto da quattro lati decorati con diverse immagini in argento e oro, incorniciate da filigrana, pietre rare e smalto.

Mosaici e affreschi

Arca dell'Alleanza, Germigny-des-Prés in Stile Carolingio
Arca dell’Alleanza, Germigny-des-Prés (806 circa) 
Fonte immagine: https://en.wikipedia.org/wiki/Carolingian_art

I mosaici aggiungevano valore alla ricca atmosfera dell’architettura religiosa carolingia. Molti mosaici erano collocati in edifici religiosi e raffiguravano scene religiose o altri elementi di questo tipo. Purtroppo di questo periodo rimangono pochissimi affreschi. Alcuni affreschi includevano rappresentazioni religiose delle campagne belliche di Carlo Magno. Pietra, stucco, sculture e rilievi erano le caratteristiche principali dei palazzi e delle chiese carolingi. Le pitture murali erano spesso rappresentazioni a grandezza naturale di scene religiose.   

Architettura Carolingia

Abbazia di Lorsch: Un monastero in stile carolingio
Abbazia di Lorsch: Un monastero carolingio.
La Torhalle (portineria) del IX secolo è uno straordinario reperto dell’epoca carolingia.
Fonte immagine:https://en.wikipedia.org/wiki/Lorsch_Abbey

L’Architettura Carolingia è caratterizzata da una reminiscenza del classicismo romano, degli stili paleocristiani e bizantini. L’ingresso dell’Abbazia di Lorsch ne è un esempio e dimostra come l’Architettura Carolingia si ispirasse a quella classica. L’edificio presenta una sala a tre arcate con una facciata ad arcate, colonne e pilastri sovrastanti. Le colonne e le arcate su entrambi i lati dell’edificio ricordano le basiliche romane. Un altro esempio superstite di architettura carolingia è la “Cappella Palatina”. Questa famosa cappella è stata costruita con volte a crociera e a botte, che rappresentano metodi di costruzione tardo-romani. La cupola ottagonale ricorda la forma di San Vitale a Ravenna, in Italia, un perfetto esempio di architettura romanica.

Cappella Palatina, Aquisgrana 
Cappella Palatina, Aquisgrana 
Fonte immagine: https://en.wikipedia.org/wiki/Palatine_Chapel%2C_Aachen

Alla fine del regno di Carlo Magno, i progetti architettonici si moltiplicano. Alcuni edifici integrano funzioni liturgiche e architettura monastica. La pianta di San Gallo è un ottimo esempio di come i dettagli architettonici di un monastero cristiano furono elaborati per stabilire uno stile classico.

La dinastia carolingia ha ovviamente lasciato un segno nel mondo creando una grande meraviglia. Le ricchezze che lasciarono fortificarono le generazioni future nell’arte e nei movimenti religiosi. 

Fonti:
https://en.wikipedia.org/wiki/Carolingian_dynasty
https://www.britannica.com/place/France/The-Carolingians#ref464483
https://www.khanacademy.org/humanities/medieval-world/carolingian-ottonian/carolingian1/a/carolingian-art-an-introduction
http://expositions.nlr.ru/eng/ex_manus/europe_read/carolingian_ren.ph
phttps://www.theartist.me/art-movement/carolingian-art/
https://en.wikipedia.org/wiki/Carolingian_architecture

Lascia un commento

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

We have detected that you are using extensions to block ads. Please support us by disabling these ads blocker.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock